Chios Mills
Chios Island Travel Guide, Chios Greece
L'isola di Chios
Chios Island Travel Guide, Chios Greece
Spiagge
Chios Island Travel Guide, Chios Greece
Eventi
Chios Island Travel Guide, Chios Greece
Attrazioni
Chios Island Travel Guide, Chios Greece
 
 



 

Periodi Seguenti

 
Fontana turca
L’occupazione turca durò circa 350 anni (1566-1912), durante i quali furono concessi agli abitanti di Chios molti privilegi, sia religiosi che politici. Contrariamente al resto della Grecia, l’isola continuò a prosperare; l’economia fiorì, così come le arti e le lettere e i viaggiatori parlavano di alta qualità della vita. Nel 1792 fu fondata la famosa Scuola di Chios, con la sua biblioteca e casa editrice. Tuttavia la fase di sviluppo terminò nel 1822, quando gli abitanti dell’isola si ribellarono contro i Turchi, portando al massacro di migliaia di persone e al saccheggio di tutti gli edifici. La maggior parte di quelli che sopravvissero abbandonò Chios e fondò nuovi insediamenti in Grecia o si recò all’estero; nonostante il coraggioso atto di Costantino Kanaris, che diede fuoco alla nave ammiraglia turca e la campagna del francese Fabvier del 1827, l’isola continuò a rimanere sotto il giogo ottomano e cercò di ricostruire la propria struttura economica e sociale. Ancora una volta però, nel 1881, un tremendo terremoto si abbattè su Chios e distrusse tutto ciò che era stato costruito dopo il massacro.
 
Edificio ad archi

Chios fu liberata definitivamente ed annessa alla Grecia l’11 novembre 1912, durante le Guerre Balcaniche e oggi il suo sviluppo economico dipende in gran parte dalla marina. Le case, costruite per lo più in stile neoclassico negli anni seguenti, secondo la moda dell’epoca e gli edifici in cemento hanno cambiato radicalmente il volto dell’isola. Chios ha subito un’altra occupazione, dal 4 maggio 1941, quando fu assediata dai Tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale, al 10 settembre del 1944, quando fu liberata dagli Alleati. Oggi Chios è una delle isole più interessanti di tutta la Grecia, grazie alle sue bellezze naturali, ai monumenti, agli abitanti ospitali legati alla tradizione e alla loro terra.